header con riga

header trasp definitiva

logo youtubelogo instagramlogo facebook

riga colorata

TAP – Terapia per adolescenti attraverso lo psicodramma: rafforziamo una buona pratica.

 Cos'è
TAP è un SERVIZIO di TERAPIA DI SOSTEGNO PSICOLOGICO PER ADOLESCENTI ATTRAVERSO LO PSICODRAMMA ideato come strumento continuativo a cui accedono ragazzi su richiesta delle realtà socio-sanitarie o della famiglia.

 A chi è rivolto

Il progetto si rivolge in modo diretto a 90 (max 15 per ogni percorso) giovani adolescenti e alle loro famiglie. I ragazzi e le ragazze saranno individuati in base alle segnalazioni degli psicologi, dei consultori familiari, dei servizi sociali (che raccoglieranno anche le richieste dirette delle famiglie), dei servizi educativi.

Struttura del progetto
TAP un servizio di terapia ideato come strumento continuativo a cui accedono ragazzi su richiesta delle realtà socio-sanitarie o della famiglia. TAP si pone l’obiettivo di rispondere in modo efficace al disagio psicologico degli adolescenti attraverso la creazione di un servizio stabile di terapia di sostegno psicologico attraverso lo psicodramma.

Quanto dura
Il percorso dura 12 incontri.

Partner
Hermete  Soc Coop ONLUS

ULSS 9 SCALIGERA DISTRETTO 4

Finanziatore
Fondazione SanZeno

 

Segnalazione
I casi possono essere segnalati da Educatori Territoriali, Assistenti Sociali e Psicologi dell'ULSS 9 SCALIGERA DISTRETTO 9 attraverso
il modulo linkato qui sotto.

 

Modulo 1

Clicca qui per fare la tua segnalazione


La presente progettualità si pone in un'ottica di continuità con i progetti precedenti e intende potenziare il servizio di sostegno psicologico rivolto ad adolescenti con l'integrazione di percorsi di psicodramma stabili e differenziati nel corso dell'anno. In primo luogo si intende facilitare la partecipazione dei ragazzi diversificando la proposta in un periodo dell'anno in cui si era notato un calo nella motivazione, attraverso l'inserimento di un'esperienza estiva concentrata in 2 giorni di residenziale; secondariamente ci poniamo l'obiettivo di agganciare e far partecipare un target sensibile (18-20 anni), attivando un ciclo specifico. In terzo luogo si intende migliorare la diffusione della conoscenza del servizio per promuovere l'accesso di un maggior numero di ragazzi che ne hanno bisogno attraverso l'impegno attivo dell'Ulss9 (UOC Infanzia, Famiglia, Adolescenza,
Consultori) nella promozione della formazione degli operatori e nella diffusione capillare delle procedure per la raccolta delle segnalazioni.